Il Giro del Trentino Melinda allarga i confini

Nell’edizione del quarantennale (19-22 Aprile) per la prima volta al via una squadra australiana, la Drapac. Arrivano anche i russi di Gazprom-Rusvelo e la conferma di Bora Argon 18, che l’anno scorso vinse la cronosquadre inaugurale

Si sta componendo velocemente il roster di partenza del Giro del Trentino Melinda 2016. L’edizione del quarantennale (19-22 Aprile) potrà contare su uno schieramento di team di alto livello e grande competitività, con un esordio assoluto che ne esalta la qualità internazionale.

Al via ci sarà per la prima volta una squadra australiana, espressione di un movimento in prepotente crescita. È l’onda lunga delle ultime due edizioni, durante le quali la corsa (4 tappe, categoria 2.HC) si è imposta all’attenzione degli appassionati anche dall’altra parte del modo. Australiani sono infatti  gli ultimi due vincitori del Giro del Trentino Melinda: Cadel Evans nel 2014 e Richie Porte l’anno scorso. Questi due campioni hanno dominato la corsa con classe e simpatia, aggiungendo il loro nome ad un albo d’oro prestigioso e carico di nomi che hanno fatto la storia del ciclismo.

Accompagnata da queste premesse, dall’Australia è attesa con curiosità la Drapac, formazione giovane della categoria Professional che ha già fatto parlare di sé in questo primo scorcio di stagione, vincendo la terza tappa del Tour de San Luis con Peter Koning e il Prologo del Jayco Herald Sun Tour con Will Clarke.

Ma lo schieramento di partenza del Giro del Trentino Melinda propone un’altra novità importante, quella dei russi della Gazprom-Rusvelo, recentemente rafforzati con l’arrivo di Alexander Kolobnev e già inseriti nella lista delle squadre che prenderanno poi parte al Giro d’Italia.

Il Giro del Trentino Melinda registra anche la conferma dei tedeschi della Bora Argon18, che l’anno scorso hanno ottenuto uno spettacolare successo sul filo ei centesimi nella cronosquadre di apertura Riva del Garda-Arco, superando il Team Sky e l’Astana. Della Bora Argon 18 fa parte Cesare Benedetti, 29enne corridore trentino di Rovereto che proprio nella tappa inaugurale del 2015 indossò la maglia di leader della Classifica Generale, regalandosi una delle più grandi soddisfazioni della carriera.

In attesa che vengano svelate le sorprese del nuovo percorso, il Giro del Trentino Melinda conferma in pieno il suo fascino internazionale.