Ultimo atto appassionante: a Innsbruck finale “iridato”

Epilogo del Tour of the Alps con la quinta tappa (Rattenberg-Innsbruck, 164,2 km). Partenza alle 10.40, due Gpm (Alpbach e Olimpia Climb) con quasi 2800 metri di dislivello. Finale sul circuito del prossimo mondiale su strada

Buongiorno dalla quinta e ultima tappa del Tour of the Alps. Si deciderà tutto in un giorno, perché lo spettacolare e intrigante tracciato che da Rattenberg conduce a Innsbruck consente ancora qualsiasi soluzione, anche considerando i margini piuttosto esigui che dividono la maglia ciclamino del francese Thibaut Pinot dai migliori avversari in classifica. Sarà uno spettacolo sia per le bellezze del Tirolo sia per l’ultima parte della tappa che ricalca il percorso dei prossimi UCI Road World Championships. Nel finale si percorreranno due tornate di una porzione “ristretta” del circuito iridato con difficoltà come la Olympia Climb che lascia aperto lo spazio ancora a qualsiasi sorpresa, degno finale di un Tour of the Alps mai così incerto, combattuto e attraente come in questa edizione.

Alla partenza, la UAE Emirates ha ricevuto il Team Up Award – Souvenir Michele Scarponi per essere risultata la squadra più combattiva ed efficace nel corso della quarta tappa.

Oggi sulla linea d’arrivo di Innsbruck, alle 12.30, si terrà anche uno speciale momento di commemorazione di Michele Scarponi, celebrato dal Vescovo di Innsbruck. All’incontro prenderanno parte anche i genitori dello sfortunato atleta marchigiano scomparso un anno fa.

Ritrovo: Rattenberg, Tirolerstrasse, h 9:00
Partenza: Rattenberg, B171, h 10:40
Arrivo: Innsbruck, Rennweg, h 15:10
Controllo Medico: Congress Centre, Rennweg 3 (Finish, right side)
Rifornimento: Brixlegg, km 74,8
TV: Mariastein, km 33,6
G.P.M.: Alpbach (1a Cat., km 64,1), Olimpia Climb (2a Cat., km 138,1)
Quartiertappa: Congress Centre, Rennweg 3

LA PARTENZA: RATTENBERG

Con solo circa 400 abitanti racchiusi in 0,11 kmq. Rattenberg  è il più piccolo paese austriaco. Chi sceglie di vivere qui, lo fa nonostante l’assenza di giardini, garage e cantine, viceversa comuni in ogni altro centro abitato. Il borgo medievale ha molto da offrire, con la sua architettura, il Museo Augustiner, lo Schlossberg e numerose botteghe di vetrai.

SULLA STRADA
Lungo il percorso della tappa, consigliamo di fermarsi ad Alpbach. Con l’architettura in legno massiccio e le splendide decorazioni floreali, Alpbach è considerato uno dei villaggi più belli di tutta l’Austria. Alpbach si trova ad esattamente 1000 metri sopra il livello del mare, ed è il punto di partenza ideale per escursioni ricche di fascino sulle Alpi di Kitzbühel. In inverno come in estate, la Alpbachtal è una destinazione ideale per le vacanze in famiglia.

LA TAPPA DEL GUSTO
Lo scenario gastronomico del Tirolo è molto diversificato, con una proposta di ristoranti internazionali a fianco delle trattorie tradizionali. Nei ristoranti di cucina locale si possono assaggiare specialità come i Kasspatzln, canederli con vari ripieni, Tiroler Gröstl, o Brettljause con Speck, formaggio e pane casereccio. E non vanno dimenticati i dessert: gli austriaci amano i loro dolci, sia al termine di un pasto che nel pomeriggio, accompagnati da una tazza di caffè.

DA NON PERDERE
Il simbolo di Innsbruck è il “Tettuccio d’Oro” (Goldenes Dachl), commissionato nel 1497 dall’Imperatore Massimiliano. Il tetto della vetrata tardo-Gotica è coperto da 2.657 tegole a scaglie di rame dorato a fuoco, che si illuminano nelle giornate di sole. Sotto il regno di Massimiliano, Innsbruck divenne un centro ricco e vibrante dell’impero Asburgico.

L’ARRIVO: INNSBRUCK
Innsbruck è un affascinante connubio tra ambiente urbano e montagna, tra storia, eleganza classica e modernità. Capitale del Tirolo, dello sport e della cultura, quinta città dell’Austria con 130 mila abitanti. Adagiata sulle rive dell’Inn, deve la sua fama anche al fatto di essere stata due volte la sede dei Giochi Olimpici Invernali (1964 e 1976). Dal trampolino di salto con gli sci si gode una vista mozzafiato.

IL PERSONAGGIO
Dal 22 al 30 settembre 2018 Innsbruck ospiterà gli UCI Road World Championships. In passato, altre due volte l’Austria ha ospitato la prova iridata del ciclismo su strada: nel 1987 a Villach e nel 2006 a Salisburgo. In entrambi i casi il successo è andato a due campioni: l’irlandese Stephen Roche (1987) e l’italiano Paolo Bettini (2006).IL METEO


Tempo molto soleggiato, con temperature decisamente oltre la media del periodo e massime diurne tra 21 e 29 gradi.